Dopo tanta attesa, finalmente il Governo anticipa, in Conferenza Stampa, il contenuto del prossimo Dpcm.

Questi i primi dettagli:

-Sarà vietato lo spostamento tra le regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio.

-L’intero territorio nazionale sarà zona rossa nei giorni dal 24 al 27 dicembre, dal 31 dicembre al 3 gennaio e dal 5 al 6 gennaio; pertanto saranno consentiti gli spostamenti solamente necessari e giustificati da esigenze di salute, lavoro, urgenza.

Si potrà uscire per andare a Messa, per svolgere attività sportiva e motoria e per assistere persone non autosufficienti.

Si potrà, in ogni caso, pur dovendo rispettare il divieto di aggregazione nei giorni rossi, ricevere in casa fino a 2 persone non conviventi dalle ore 5.00 alle 22.00; gli ospiti potranno portare anche i figli under 14 e le persone disabili o conviventi non autosufficienti.

Saranno chiusi i ristoranti, negozi, bar. Rimarranno aperte le attività volte alla distribuzione dei beni di prima necessità, quali alimentari, farmacie, tabacchi, edicole e librerie.

Nei giorni restanti, prefestivi dal 21 dicembre al 6 gennaio, l’intero territorio nazionale sarà zona arancione, rimarranno in vigore le limitazioni precedenti, con il blocco della mobilità infraregionale, saranno previste deroghe per urgenze, lavoro, salute.

Il Premier Conte ha, altresì, rassicurato gli esercenti circa la possibilità di ricevere, a breve, gli indennizzi necessari.